Informativa sul trattamento dati personali

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
(Regolamento (UE) 2016/679 e D.Lgs. n°196/2003 come novellato dal D.Lgs. n°101/2018 e s.m.i.)

 

1. Titolare del trattamento e Responsabile della protezione dei dati
1.1. Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (in seguito “Regolamento” o “GDPR”) e del D.Lgs. n°196/2003 come novellato dal D.Lgs. n°101/2018 e s.m.i., l’Associazione Italiana Professionisti Security Aziendale, in qualità di Titolare del trattamento dei Suoi dati personali (d’ora innanzi, per brevità, il “Titolare) con sede legale in P.le R. Morandi, 2 – 20121 Milano, e-mail segreteria@aipsa.eu., La informa che i Suoi dati personali saranno trattati con le modalità e finalità seguenti, nonché mette in evidenza i diritti di cui Lei gode in qualità di soggetto “interessato”.
1.2 Il Responsabile della protezione dei dati (in seguito “RPD”) designato dal Titolare, al quale Lei potrà rivolgersi, è rintracciabile al seguente indirizzo e-mail: __________@_____

 

2. Finalità del trattamento, base giuridica e periodo di conservazione dei dati
2.1. I dati personali che Lei ci fornirà e che saranno raccolti al momento della compilazione del modulo, verranno trattati dal Titolare per rispondere alle Sue richieste di informazioni;
2.2. il trattamento è lecito in quanto è necessario all’ l’esecuzione di un contratto di cui l’interessato è parte o all’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso (art. 6.1 lett. b del GDPR).
2.3. I dati saranno conservati per _____ giorni per rispondere alle singole richieste di informazioni; Decorsi i termini di conservazione sopra indicati, i dati saranno distrutti, cancellati o resi anonimi, compatibilmente con le procedure tecniche di cancellazione e backup.

 

3. Conferimento dei dati
3.1. Il conferimento dei dati evidenziati con un asterisco (*) nel modulo di raccolta dati è obbligatorio per fornirLe le informazioni richieste; pertanto la mancata indicazione di tali dati non consentirà al Titolare di evadere la Sua richiesta.

 

4. Categorie di destinatari dei dati
4.1. I dati possono essere comunicati a soggetti operanti in qualità di titolari del trattamento, fra cui autorità ed organi di vigilanza e controllo ed in generale soggetti, pubblici o privati, legittimati a richiedere i dati.
4.2. I dati potranno essere trattati, per conto del titolare, da soggetti designati come responsabili del trattamento, fra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i fornitori di servizi informatici.

 

5. Soggetti autorizzati al trattamento
5.1. I dati potranno essere trattati dalle persone fisiche autorizzate dal Titolare al trattamento di dati personali ex art. 29 GDPR in ragione dell’espletamento delle loro mansioni lavorative e che hanno ricevuto adeguate istruzioni operative.

 

6. Ambito di diffusione dei dati e trasferimento dei dati personali extra UE
6.1. I dati personali non sono/saranno oggetto di diffusione (intendendosi per tale, il dare conoscenza di dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione).
6.2. I suoi dati personali non saranno trasferiti al di fuori dell’Unione Europea.

 

7. Diritti dell’interessato – Reclamo all’Autorità di controllo
7.1. Contattando il Titolare via e-mail all’indirizzo segreteria@aipsa.eu, l’interessato può chiedere al Titolare l’accesso ai dati personali che lo riguardano, la loro cancellazione, rettifica, integrazione, cancellazione, la limitazione del trattamento nei casi previsti dall’art. 18 GDPR, opporsi, per motivi connessi alla propria situazione particolare, al trattamento effettuato nell’ipotesi di legittimo interesse del Titolare.
7.2. L’interessato, inoltre, nel caso in cui il trattamento sia basato sul consenso o sul contratto e sia effettuato con strumenti automatizzati ha il diritto di ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati personali, nonché, se tecnicamente fattibile, di trasmetterli ad altro titolare senza impedimenti.
7.3. L’interessato ha il diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo competente nello Stato membro in cui risiede abitualmente o lavora o dello Stato in cui si è verificata la presunta violazione.

Richiedi informazioni